martedì 14 maggio 2019

La Pianura Pontina delle "Nuove Città" IN MOTO...16-19 Maggio 2019

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, motocicletta, montagna, spazio all'aperto e natura
Benvenuti nel sud del Lazio, terra ricca di storia e di bellezze naturali davvero uniche. Latina fondata con il nome di Littoria, è per popolazione, la seconda città
del Lazio, situata al centro della Pianura Pontina fu fondata, insieme ad Aprilia, Pontinia e Sabaudia, in occasione di una grande bonifica nell’era Fascista. Latina sarà la nostra base per questo fine settimana.

Itinerario e programma

1° Giorno: Giovedì 16 maggio
Nel pomeriggio accoglienza ed assegnazione delle camere nella struttura prescelta. Cena, presentazione del tour e degli accompagnatori. Pernottamento a Latina.

2 ° Giorno: Venerdì 17 maggio
Dopo la colazione, inizieremo la nostra prima giornata percorrendo il lungo mare, caratteristico per le sue dune naturali da un lato e per i laghi salmastri dall’altro; dal punto di vista paesaggistico l’area è suggestiva, ci troveremo immersi in una tipica vegetazione mediterranea, popolata da innumerevoli specie di volatili, tra cui anatre selvatiche, martin pescatore, airone e cinerino.

Questo lembo di costa fa parte del Parco Nazionale del Circeo, istituito nel 1934 è stato nel 1997 dichiarato una “riserva della biosfera” dell’UNESCO ed è stato, altresì, candidato al titolo di “Patrimonio dell’umanità”. Percorreremo il Parco da Latina fino a San Felice Circeo passando per Sabaudia, dal Monte Circeo avremo modo di ammirare il panorama di tutta la pianura e della costa con un veduta mozzafiato.

Continuando il nostro viaggio, lungo la costa, arriveremo a Terracina, nota città di mare, ricca di storia e di importanti testimonianze dell’Epoca Romana; qui visiteremo il Tempio del Dio Giove che si trova a picco sul mare. Naturalmente, viaggiando in moto, anche la guida per noi ha un ruolo importante, ed ecco allora che per raggiungere un’altra perla delle nostre coste, Sperlonga, percorreremo delle strade attraverso delle colline che fanno parte del parco degli Aurunci ricche di vegetazione e … Neanche a dirlo, di curve che ci porteranno sul promontorio dove si erge il paese. Il tempo di un aperitivo e poi via, il viaggio prosegue verso Campodimele, paese famoso per i suoi abitanti pluricentenari, qui ci fermeremo per il pranzo. Il viaggio del rientro, attraverso i Monti Aurunci e Lepini, ci riserverà ancora strade bellissime e scorci indimenticabili, fino ad arrivare a Sermoneta, perla medievale della Provincia, da dove potremo godere di un tramonto indimenticabile. Cena e pernottamento a Latina.

3° Giorno: Sabato 18 maggio
Si riparte con un giro sulle colline, l’ itinerario ci farà ammirare territori ricchi di boschi ed uliveti e, non ultime per noi, strade, ricche di curve ed asfalti perfetti. Saliremo da Norma, con le sue mura Ciclopiche, per poi proseguire attraversando Cori, Segni, Carpineto fino a chiudere il nostro giro nel Borgo Medievale di Fossanova, qui potremo visitare la splendida Abbazia in stile gotico cistercense del XII secolo, fare una sosta per il pranzo e girovagare per il Borgo. Nel pomeriggio riprendendo la strada del ritorno, faremo visita al Museo Piana Delle Orme, un parco storico, tematico, realizzato per ospitare una delle collezioni più grandi ed eterogenee al mondo: aerei, carri armati, locomotive, carretti, radio, armi e centinaia di mezzi militari, trattori agricoli, trebbiatrici, tram e corriere, utensili e migliaia di altri oggetti di ogni tipo e misura. Dedicato al Novecento, il complesso museale rappresenta un viaggio attraverso 50 anni di storia italiana, il più importante al mondo del suo genere. Qui concluderemo il nostro pomeriggio e, dopo la visita al museo, siamo tutti inviatati ad una cena-degustazione dei prodotti tipici della zona. Pernottamento a Latina.

4° Giorno: Domenica 19 maggio
Dopo colazione, si riparte da Latina alla volta di Subiaco. Proseguiremo fino a Frosinone e per raggiungere il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, attraverseremo paesaggi collinari e strade di montagna bellissime sino giungere a Subiaco, dove avremo modo di visitare il monastero Benedettino. L’autostrada per il rientro è vicina, circa una ventina di chilometri, il tempo di salutarci e lasciarci con la speranza di avervi ancora ospiti e compagni di viaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!