giovedì 9 maggio 2019

Furbinen treffen 2019

Salvatore Mecca Collaboratore WolflandRoad
Salve a tutti. Stavolta vi racconto la mia avventura al furbinen treffen, noto raduno invernale che si
tiene ,in modo molto furbo (furbinen), nella stupenda cornice della costiera amalfitana e sorrentina.

A partecipare all’avventura siamo in 6 con 4 moto ,prima della partenza ci organizziamo di tutto
punto ,soprattutto ci preoccupa la pioggia ,che potrebbe rovinare tutta la vacanza.


Fortunatamente di Acqua ne prenderemo giusto quattro gocce. Grazie meteo!!
Pronti via! Si parte ,il tempo è bello e le temperature ottime per girare in moto, e cosi prima di
arrivare alla nostra meta,Sorrento, facciamo una deviazione lungo il percorso e ci fermiamo a
Ravello.


Bellissimo paese caratteristico della costiera, posizionato su un altura da dove si domina il golfo dai
suoi giardini. Posto veramente affascinante. Visto che abbiamo fatto ora di pranzo ci fermiamo
anche a mangiare una buona pizza.
Si riparte, altra tappa Positano.
Incantevole al tramonto altro posto dove è obbligatoria la sosta.
In serata finalmente si arriva a Sorrento.


Il giorno dopo inizia il nostro furbinen ,di buon ora ci rechiamo al punto di incontro dove ci
consegnano la mappa da seguire e tutti i vari gadgets dell’evento.
Studiata un attimo la mappa partiamo e via ad ogni sosta programmata facciamo una degustazione
( ma quanto se magna???) nel frattempo ci godiamo tutto il panorama del golfo, con il suo mare
azzurro, le ripide scogliere e i tantissimi limoneti lungo la strada che ci inebriano del loro profumo.
Seguendo la mappa scopriamo tanti paesini, piccole perle dove ci fermiamo per le soste e dove ci
concediamo anche un attimo di relax.


Comunque a fine sere la stanchezza si fa sentire, meno male che si ritorna di nuovo tutti a cena a
fare un po' di sana baldoria da motociclisti!
Si rientra in albergo, e ci si prepara al giorno dopo. Ultimo giorno di furbinen ci si riunisce tutti
nella piazza di Sorrento, si fa un po' di baccano e verso le 12:00 si riparte ognuno per le proprie
destinazioni. Si saluta tutti e via.
Come in tuti i raduni si fanno tanti incontri,nuove amicizie e ci si lascia con la promessa di rivedersi
in giro.
Il bello dei raduni.
Anche questa esperienza volge al termine, naturalmente senza che venga a mancare un ultima
avventura.
Per il rientro decidiamo di fare il cammino degli dei e cosi vista la cartina e impostato il navigatore,
si va. Strada bellissima panorama mozzafiato , tutto sembra scorrere per il verso giusto , finché non
arriviamo a Minori, dove troviamo la strada sbarrata per il corteo di carnevale, e dove ci indicano la
deviazione da seguire per rientrare a casa, sembra una banalità, ma la deviazione da fare ci costa
quasi 50km in più da fare e quindi un ora in più di strada.

Eravamo quasi arrivati e invece ci tocca ancora girare, non che ci dispiaccia, cogliamo l’occasione
per visitare un’altra parte della Campania.
Che è tutta da scoprire.
Tarda sera arriviamo a casa, stanchi ma soddisfatti. Abbiamo scoperto un altro pezzo della nostra
bellissima penisola, abbiamo assaggiato le prelibatezze del posto ( buonissime le sfogliatelle e le
delizie al limone).
Insomma la speranza è quella di ritornare presto da queste parti.
E ci risentiamo presto con un altro racconto delle mie avventure.
Stay Tuned

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!