mercoledì 17 ottobre 2018

Viaggio del “Nibbio” in Umbria e Abruzzo.

Salvatore Mecca Collaboratore WolflandRoad
Buongiorno a tutti!
Eccoci pronti per questa nuova avventura, si parte.
Nel giro di 20 giorni si organizza questo viaggio, siamo in 5 ,Io,Lorenzo,Vito,Mimmo e Martino
iniziamo ad organizzare le tappe.

L’avventura è voluta dal più giovane del gruppo,Lorenzo, che è ansioso di fare la sua prima




esperienza di viaggio,è stato proprio lui ad organizzare il tutto.
Le tappe sono state per il primo giorno, Avigliano – Terni poco più di 400 km , pernottiamo a Terni
e qui andiamo a vedere le Cascate delle Marmore in notturna , grandissimo spettacolo.



Poi ci

dirigiamo in un agriturismo per una sana mangiata di prodotti locali.
Secondo giorno da Terni si parte per Todi qui visitiamo il suo bellissimo centro storico e mangiamo
una focaccia sublime,ripartiamo per Assisi dove visitiamo l’abbazia e il centro storico,tutto
blindato, mai visto tante forze armate tutte insieme. Finito la visita ci dirigiamo a Spello paesino
arroccato sul colle molto caratteristico sempre in stile medievale .



Qui neanche il tempo di

parcheggiare che la pioggia torrenziale ci accoglie con tutta la sua furia, meno male che troviamo
accoglienza in un circolo di fotografi dove ci raccontano tutta la storia del paese, aspettando che
spiova. Visitato spello ci dirigiamo a Spoleto dove pernotteremo in un splendido agriturismo con
tanto di piscina. Visitiamo anche quest’altro borgo medievale con tutta la sua storia.
Terzo giorno si parte per fare visita alle zone terremotate, prima tappa Norcia. Arriviamo dopo aver
attraversato un bel tratto di appennino Umbro e ci ritroviamo in una realtà molto triste dove si sente
nell’aria la sofferenza della gente,ma anche la volontà di ricominciare di nuovo. Da Norcia ad
Amatrice la storia non cambia, tanta desolazione, solo che qui c’è tanto turismo soprattutto
gastronomico ( la famosa Amatriciana ). Anche noi ci fermiamo a degustare un bel piatto di pasta,
lasciando il nostro piccolo contributo. Si riparte per L’Aquila dove percorriamo un tratto di strada
da pieghe da urlo,qui pernottiamo.
Qui l’atmosfera è diversa, la città è stata quasi completamente ricostruita e il centro storico è
gremito di gente. Una gradita sorpresa!
Però abbiamo anche il nostro piccolo inconveniente, ad Lorenzo la batteria decide di farla finita.
Essendo sabato pomeriggio e non conoscendo il luogo entriamo leggermente in ansia,
fortunatamente dopo una mezz’ora di telefonate riusciamo a trovare una batteria nuova, in un
negozio inpensabile e via si riparte.
Quarto giorno, quello del rientro.
Ore 9:00 partenza decidiamo di andare a Campo Imperatore e posso dire che ne è valsa la pena.
Posto meraviglioso, da visitare assolutamente sia per il paesaggio che per le strade. Dopo le
fotografie di rito ci immettiamo sulla strada del ritorno passando da Pescara dove dopo una sosta
con annesso pranzo a base di pesce e aver visto la motogp, ci immettiamo sulla A14 per il rientro.
Che dire, stupenda esperienza, ottima compagnia e posti assolutamente da visitare.
Unico appunto portatevi sempre con voi uno spray contro le zanzare ,sono tantissime e mordono
come tigri!!!
By Salvatore Mecca

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!