giovedì 4 ottobre 2018

Rasiglia...7 Ottobre 2018

L'immagine può contenere: cielo, spazio all'aperto, natura e acqua
Curve all'andata e curve al ritorno. E una nuova destinazione: Rasiglia, frazione di Foligno (PG), anche conosciuta come "Borgo dei ruscelli", per via dei corsi d'acqua che
attraversano il piccolo centro della frazione. Nonostante le ridotte dimensioni, Rasiglia è divenuta col tempo un'apprezzata meta turistica, soprattutto durante la stagione estiva, capace di attrarre ogni anno sempre più visitatori.

Percorreremo strade probabilmente ben conosciute alla maggior parte di noi, ma ogni volta divertenti. Per descrivere questa gita, il nostro referente Marcoff, dalla Bmw rosso fiammante, ha dato alle stampe la seguente poesia: "Cerco un po' dei colori dell'autunno su strade meno battute bilanciandole con tratti familiari e guidati".

Quindi, poeti del XXI secolo, l'appuntamento è alle 9.00 presso il Centro Euclide di Via Flaminia Nuova 834 con il pieno appena fatto. Poi, i primi chilometri li trascorreremo sulla Salaria fino a Cottanello, dove inizieranno a intensificarsi le curve e il divertimento. Tra i destra e sinistra a pendolo, arriveremo a Contigliano per poi prendere il raccordo Rieti - Terni. Rientreremo poi sui curvoni della Flaminia per arrivare a Spoleto e, tramite la SP 459, raggiungere Rasiglia.

Pausa pranzo, riposo, e poi ritorno verso Roma tramite la celebre Val Nerina. Attraverseremo Sellano e Cerreto di Spoleto. Poi, Flaminia fino a casa dopo un'altra gita che sarà certamente memorabile.

Percorreremo in tutto 400 chilometri, per la pausa pranzo ci fermeremo in un ristorante selezionato dalla guida Mistostretto dove abbiamo concordato un menù a 20 €. Il rientro è previsto per le ore 18.30



Gite: istruzioni per l'uso

Vogliamo viaggiare in sicurezza, quindi ognuno di noi deve tenere il proprio passo senza strafare ed evitando di raggiungere "quelli davanti" se non è in grado di farlo. Nella vita ci sono poche certezze, nel MC Mistostretto ne esiste invece più di qualcuna. Si chiamano prudenza, referente, staffette e scopa.

Prudenza: la conosciamo tutti, sappiamo chi è e quali sono i suoi limiti (che sono i nostri). Seguiamola sempre perché è la nostra miglior consigliera.

Referente: è la guida della gita. E' colui che la pensa creandone percorso e tappe e quindi è il motociclista che apre la strada in testa al gruppo. Unica indicazione: mai superarlo.

Staffette: quando siamo in tanti, sono i motociclisti che controllano il gruppo per tutta la sua lunghezza. Sono fondamentali agli incroci, dove si fermano per indicare la strada a chi è rimasto attardato e in generale a chi deve ancora arrivare. E’ necessario agevolare il loro passaggio e non accodarsi una volta passate.

Scopa: è il motociclista che chiude il gruppo, si ferma se qualcuno ha problemi o difficoltà. Insomma, sarà sempre il più lento per garantire che il gruppo rimanga unito.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!