giovedì 2 agosto 2018

Coast to Coast - Tirreno Adriatico...4 Agosto 2018

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi, cielo, nuvola, oceano, spazio all'aperto e natura
Notti magiche, inseguendo….il mare. I Mondiali sono passati da un po’ (figuriamoci Italia ’90) ma il celebre ritornello ci aiuta a introdurre la nostra gita. O meglio, supergita!


La coast to coast "Tirreno Adriatico" è un nostro must, fatta per condividere belle strade e un pizzico di avventura. Quest'anno è in programma il 4 e 5 agosto, con ritrovo il sabato mattina alle 8.00 presso il celebre Fungo dell'Eur (Piazza Pakistan). Dopo un breve saluto al mare Tirreno, ci sposteremo in Ciociaria e percorreremo le classiche strade che portano in Abruzzo per poi prendere la SS80 delle Capannelle, che passa anche sul Gran Sasso ed è una delle strade più belle del centro Italia sotto ogni punto di vista.

Pranzeremo in quota, al fresco e con calma perché dovremo arrivare la sera a Roseto degli Abruzzi. Quindi avremo tutto il tempo per giungervi, e sarà proprio lì che inizerà la parte più bella del weekend: notte in tenda con buon cibo e ottimi amici. Divertimento, condivisione, chiacchierate. Insomma, un'ottimo modo per prepararsi alle imminenti vacanze estive. Dormiremo in tenda, poi la mattina ripartiremo passando per le strade di montagna, presumibilmente da Castelluccio di Norcia. Subito dopo pranzo, infine, saremo a casa!

Gite: istruzioni per l'uso

Vogliamo viaggiare in sicurezza, quindi ognuno di noi deve tenere il proprio passo senza strafare evitando di raggiungere "quelli davanti" se non è in grado di farlo. Nella vita ci sono poche certezze, nel MC Mistostretto ne esiste invece più di qualcuna. Si chiamano prudenza, referente, staffetta e scopa.

Prudenza: la conosciamo tutti, sappiamo chi è e quali sono i suoi limiti (che sono i nostri). Seguiamola sempre perché è la nostra miglior consigliera.

Referente: è la guida della gita. E' colui che la pensa creandone percorso e tappe e quindi è il motociclista che apre la strada in testa al gruppo. Unica indicazione: mai superarlo.

Staffette: quando siamo in tanti, sono i motociclisti che controllano il gruppo per tutta la sua lunghezza.
Sono fondamentali agli incroci, dove si fermano per indicare la strada a chi è rimasto attardato e in generale a chi deve ancora arrivare.
E' necessario agevolare il loro passaggio e non accodarsi una volta passate.

Scopa: è il motociclista che chiude il gruppo, si ferma se qualcuno ha problemi o difficoltà. Insomma, sarà sempre il più lento per garantire che il gruppo rimanga unito.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!