martedì 5 giugno 2018

Grotte di Frasassi.....10 Giugno 2018

L'immagine può contenere: spazio all'aperto e natura
Una giornata turistica, splendidamente turistica. I luoghi che ci aspettano sono ricchi di fascino, quelli che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Destinazione? Grotte di Frasassi!


Per ammirare lo spettacolo proposto da queste formazioni naturali, ci vedremo presso il Centro Euclide (via Flaminia Nuova 834) prima del solito: appuntamento alle ore 8.00. Percorreremo tutta la Flaminia ad andatura turistica, senza ulteriori deviazioni, per arrivare in tempo alla visita guidata prevista per ora di pranzo. Accompagneremo quindi la necessità di rispettare l'appuntamento con la danza fra le curve di una strada che conosciamo bene. Numerosi i punti divertenti e che ci porterà vicino ad alcuni luoghi affascinanti dell'umbria come Narni, Todi e Foligno. La mattina percorreremo circa 240 chilometri e, ve lo assicuriamo, saranno chilometri divertenti, interessanti e che scorreranno velocemente grazie alla spensieratezza e alla felicità di stare insieme.
Per Info.
La gita di tipo turistico prevede un'andatura moderatamente lenta ed è quindi - come sempre ma in questo caso a maggior ragione - aperta a tutti i tipi di moto e motociclisti. Vi aspettiamo numerosi!!

Il prezzo del biglietto per l’ingresso alle grotte è di € 18,00

Gite: istruzioni per l'uso

Vogliamo viaggiare in sicurezza, quindi ognuno di noi deve tenere il proprio passo senza strafare ed evitando di raggiungere "quelli davanti" se non è in grado di farlo. Nella vita ci sono poche certezze, nel MC Mistostretto ne esiste invece più di qualcuna. Si chiamano prudenza, referente, staffette e scopa.

Prudenza: la conosciamo tutti, sappiamo chi è e quali sono i suoi limiti (che sono i nostri). Seguiamola sempre perché è la nostra miglior consigliera.

Referente: è la guida della gita. E' colui che la pensa creandone percorso e tappe e quindi è il motociclista che apre la strada in testa al gruppo. Unica indicazione: mai superarlo.

Staffette: quando siamo in tanti, sono i motociclisti che controllano il gruppo per tutta la sua lunghezza. Sono fondamentali agli incroci, dove si fermano per indicare la strada a chi è rimasto attardato e in generale a chi deve ancora arrivare. E’ necessario agevolare il loro passaggio e non accodarsi una volta passate.

Scopa: è il motociclista che chiude il gruppo, si ferma se qualcuno ha problemi o difficoltà. Insomma, sarà sempre il più lento per garantire che il gruppo rimanga unito.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!