lunedì 16 aprile 2018

Tour della Sardegna...24-30 Aprile 2018

Un viaggio speciale!!
Dopo anni e anni passati a setacciare le strade della Corsica, tra pochi giorni sbarcheremo in Sardegna per un viaggio che promette di essere memorabile almeno quanto quelli francesi.

Si partirà con la nave da Civitavecchia

martedì 24 aprile per arrivare la mattina successiva ad Olbia e dare il via alle danze. Fino al 30 aprile - data del ritorno - percorreremo centinaia di chilometri tra curve, paesaggi spettacolari e tanto divertimento. Tra un' "arrampicata" in montagna e un "tuffo" al mare, vedremo davanti ai nostri occhi la Sardegna più autentica, sconosciuta alla maggior parte dei turisti e per questo ancora più godibile. Sarà una settimana fra tradizioni, sapori e profumi da vivere metro dopo metro.

Ognuno guiderà secondo il proprio passo visti i tanti chilometri da percorrere. Al termine dei quali ci sarà il meritato riposo nell'agriturismo che ci ospiterà nel corso della vacanza. Nei 5 giorni previsti del soggiorno programmeremo al meglio le uscite anche in relazione alle condizioni meteorologiche, i percorsi saranno tutti a margherita e quindi possibili da invertire tra loro.

Il viaggio è aperto a tutti i soci del Moto Club Mistostretto, tutti possono partecipare purchè rispettino quanto appresso descritto.
Percorreremo in cinque giorni oltre 2000 km. che, viste le caratteristiche morfologiche dell'isola “selvaggia e impervia”, si snoderanno su strade molto impegnative e metteranno a dura prova le esperienze motociclistiche da noi finora acquisite. Durante la giornata si passerà, in modo repentino, da tratti stradali molto guidabili e godibili, a strade strette, dissestate, sporche a volte anche non asfaltate. Al fianco di panorami mozzafiato e di una natura pressoché incontaminata, la Sardegna ci riserva anche dei pericoli più frequenti rispetto alle strade che siamo abituati a percorrere dalle nostre parti: strade quasi mai protette a valle e animali che, soprattutto nelle strade interne, sono lasciati liberamente al pascolo (pecore, mucche, capre e cinghiali).
Prudenza anche nella zone forestali dove il pericolo di trovare animali in piena carreggiata dietro una curva è sempre in agguato!!!
Ovviamente chi ha intenzione di partecipare a questo viaggio dovrà essere in grado di:
- mantenere un’andatura medio veloce tenendo però sempre presente quali sono le proprie possibilità.
- lasciarsi sempre ampi margini di sicurezza per ovviare eventuali imprevisti nascosti dietro alle curve.
- essere dotato di un buono spirito di adattamento.
- non lasciarsi mai prendere la mano nonostante alcune strade invitino a farlo.
Ci sarà spazio per scattare fotografie e ammirare panorami, senza comunque mai dimenticare che lo scopo di questa gita è guidare.
La cosa da tenere bene a mente è che stiamo andando in vacanza e affinché lo sia per tutti le cose più importanti da non scordare a casa sono il rispetto per gli altri e per se stessi, la puntualità e la consapevolezza che nulla è dovuto, ma ognuno deve fare la sua parte affinché questa esperienza rimanga nei nostri cuori per molto tempo.

Come siamo organizzati
In Sardegna: dormiremo a Gavoi, al centro dell’isola, in un vero agriturismo a conduzione famigliare dove scopriremo un'antica tradizione gastronomica che si tramanda da generazioni.
Gavoi sarà quindi partenza e destinazione ultima delle gite giornaliere in Sardegna.
Non ci saranno staffette e scopa quindi i partecipanti dovranno essere attenti e autonomi, dovranno avere una cartina a portata di mano ed essere in grado, qualora rimanessero soli di tornare a Gavoi.
Faremo svariate soste ma in genere brevi, difficilmente i posti dove ci fermeremo a pranzo avranno molta scelta, cerchiamo di adattarci ai prodotti locali.

L’andatura per quanto possibile sarà spedita e continua. La partenza dall’agriturismo ogni giorno per la gita è inderogabile alle ore 9:30, organizzatevi di conseguenza. La gita giornaliera parte anche in caso di pioggia!!

Prenotazione del traghetto (individuale)

Raccomandazioni
Partite con la moto in perfetta efficienza perché in alcune zone della Sardegna avere assistenza tecnica può essere difficile (controllate specialmente pneumatici, freni, e liquidi motore).

Da portare Obbligatorio:
- Itinerario della gita.
- Cartina stradale della Sardegna
- Denaro in contanti.
- Documenti personali, carta di circolazione e assicurazione.
- Un minimo di ricambi e di utensili per montarli (leve freno, pedane, attrezzi, ecc.)
- Completo anti-pioggia.
- Kit per riparazione pneumatici.
- Grasso per la catena.


 

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!