lunedì 16 aprile 2018

Sulle strade del magnifico parco del Partenio....22 Aprile 2018

L'immagine può contenere: sMS
MOTO CLUB POLIZIA DI STATO DELEGAZIONE NAPOLI

In Cammino per lo splendido Parco del PARTENIO (Avellino)
22 Aprile c.a. primo giro dell’anno MCPS Napoli si apre la primavera con una visita al Parco del Partenio.
Incontro fuori Stadio San Paolo gate 12 curva
B ore 08.30 per colazione, partenza ore 09.00. Rientro Napoli previsto ore 18.00. Durante il percorso da Napoli fino al Santuario di Montevergine si effettuerà una sosta. Arrivo al Santuario, visita e foto e tanta allegria. Successivamente si riparte destinazione Montesarchio, sulle splendide strade del Partenio incontreremo L’Agriturismo CIANCIARELLA che ci Ospiterà,(segue menu’ con annessa quota a persona).
N.B. Per tutti i partecipanti Massima puntualità

, moto già rifornite, per chi fuma sigarette a seguito e equipaggiamento di sicurezza. Inoltre si ricorda il rispetto del Codice della strada, seguire il Capogruppo senza superare e mettere in difficolta chi sta avanti o dietro. Preciso inoltre che la guida scorretta da parte di chiunque sarà penalizzato con l’allontanamento del Gruppo. USCIAMO PER DIVERTIRCI

In cammino nella natura del Parco del Partenio, alla scoperta di vasti altopiani circondati da boschi fittissimi. Un itinerario in moto che segue strade strette, ma ricche di curve e tornanti, da cui si godono dei panorami incredibili su tutto il parco e anche sul lontano golfo di Napoli.

Si parte da fuorigrotta in direzione di Mercogliano, la porta d'entrata del parco del Partenio, seguendo poi la SS374 fino ad Ospidaletto d'Alpinolo. Da qui si devia a sinistra iniziando una lunga salita sulle pendici del Montevergine, chilometri e chilometri di curve e tornanti buoni a mettere a dura prova motore e ciclistica delle nostre moto. Ad ogni curva si apre un nuovo panorama ancora più bello di quello di prima.

Una visita al Santuario di Montevergine che si trova quasi sulla sommità della salita a 1450 metri di altezza Da quel punto in poi si aprono degli immensi altopiani bellissimi da attraversare in moto, grazie ai paesaggi e alla strada sinuosa che si segue fino a raggiungere Montesarchio,

Santuario di Montevergine

Santuario di Montevergine, la sua origine ufficiale del Santuario di Montevergine risale alla consacrazione della prima chiesa nel lontano 1126. Tuttavia l’ascesa di Guglielmo al monte era di qualche anno precedente. Su quelle cime impervie il Santo era andato cercando un luogo solitario per raccogliersi in preghiera, ma fin da subito la sua fama e le sue virtù attrassero sul monte uomini e donne, discepoli e sacerdoti desiderosi di servire Dio sotto il suo magistero. La nascita del Santuario fu quindi alquanto spontanea, Guglielmo non aveva mai pensato a una propria organizzazione monacale. Eppure in poco tempo le persone sopravvenute sul monte per seguirlo, avviarono un’intensa attività edificatrice, cosicché furono presto pronte le prime celle per i religiosi e una piccola chiesetta. Si trattava in verità di umili capanne tenute in piedi con un po’ di malta e fanghiglia, sufficienti comunque a dare l’idea di una sorgente comunità religiosa sotto la guida del Santo. Lo stesso afflato religioso che spontaneamente aveva riunito attorno alla figura di Guglielmo una prima comunità monastica, fu alla base della scelta di dedicare la primitiva chiesa alla Madonna. Al di là di alcune credenze popolari che hanno voluto legare l’origine del Santuario a un’apparizione della Madonna, si può dunque affermare che fu proprio lo spirito ascetico mariano di San Guglielmo e dei suoi discepoli a fare in modo che sulle cime del monte Partenio si elevasse un faro di devozione alla Santa Vergine Madre di Dio. Da allora lo scopo principale della nuova famiglia monastica fu quello di servire Dio mediante la devozione alla Madonna, che i discepoli di Guglielmo presero ben presto a diffondere in tutta la Campania e nelle regioni adiacenti, organizzando numerosi pellegrinaggi verso la loro casa madre. La devozione mariana fu concepita dai bianchi figli di Guglielmo come la via più efficace per inserirsi nel mistero della Trinità di Dio e della redenzione operata da Gesù. Il motivo fondamentale del faticoso viaggio e dell’aspra salita alla chiesa di Santa Maria di Montevergine, delle prolungate preghiere e delle offerte dei credenti, divenne l’invocazione della potente intercessione della Madonna per ottenere la misericordia di Dio. Fu così che Montevergine si trasformò presto nel Santuario mariano più famoso e visitato dell’Italia Meridionale, e i pellegrinaggi assunsero la loro specifica caratteristica.

Agriturismo CIANCIARELLA Via Riello, 2, 82017 Pannarano BN

Menu:
Antipasto della Casa;
Lasagne con provola;
formaggi e carne, arrosto al forno con patate;
torta all’arancio;
vino e bibite incluse.
Costo a persona 20,00 euro.
Torna alla Home Page di Wolfland



Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!