martedì 21 novembre 2017

Festa di San Colombano.....Invasione completa !!!

Salvatore Serratore per WolflandRoad
Si è svolta domenica 19 novembre a Lentini la terza festa di San Colombano, il santo irlandese nominato protettore dei motociclisti il 23 novembre del 2002 durante il papato di Giovanni Paolo II. La calda terra della città delle arance a polpa rossa ha atteso i motociclisti venuti da Messina, Catania, Agrigento, Ragusa, Siracusa e Enna, per festeggiarne le gesta e chiedere di intercedere nella protezione divina.


Ad attenderli anche l'organizzazione attenta di Old Class Motorcycles e degli Henna Centauri, che nei precedenti due anni hanno curato le prime edizioni. Passata di mano a Old Class con lo scopo di ampliarne e diffonderne quanto più possibile il culto ed iniziare un percorso interprovinciale tra i vari gruppi, la giornata è stata caratterizzata non solo dal bacio del sole ma da una fattiva presenza di motociclisti che hanno potuto ammirare, attraverso un tour in moto, parte della città vecchia.


Si è potuto visionare, nel percorso preparato da Old Class Motorcycles, le torri di antichi forni per la cottura dell'argilla, la chiesa Badia, monumento nazionale, il palazzo del barone Beneventano, la chiesa Immacolata (custode della lapide funeraria della regina Maria Elena), l'antico quartiere SantaMariaVecchia e la scalinata Oberdan, un rapido passaggio sul luogo del martirio dei Santi Martiri Alfio, Filadelfo e Cirino, patroni della città, per proseguire nei quartieri San Luca e San Paolo, con la scalinata della Madre di Dio, e la suggestiva, un tempo set cinematografico, via XX Settembre.


Le due piazze centrali antistanti con Palazzo Scammacca, Palazzo dei Nobili, la chiesa di San Giuseppe e l'ex Cattedrale, fino a giungere nella destinazione finale per la celebrazione religiosa. Qui ad attenderci il solerte Padre Alfio Corritore che davanti al cancello della Chiesa Santa Croce a dato il benvenuto a tutti, e non è mancata la curiosità delle persone uscite fuori casa per vedere cosa stesse succedendo allertati dal rombo delle moto.


Certo perché anche questa è diventata una novità, non è cosa comune nella nostra città invadere una chiesa in moto, anche se questa stessa chiesa dodici anni fa' fu teatro di una iniziativa del genere ma in notturna. Ad esempio, nel nostro BDAY, e' il prete (in questo caso don Sapienza, Cristo Re) che viene da noi. Invasione completa dei due piazzali, caschi poggiati sotto l'altare ed inizia la messa.


Don Alfio ci ha parlato di San Colombano, delle sue geste, delle sue visioni e"pazzie", delle sue virtù, e lo ha fatto con una semplicità e coinvolgimento che hanno portato i presenti più volte ad applaudirlo, a sorridere, a sentirsi come a casa, ha partecipare a tutte le sue richieste compreso quello del cantare gli inni. È diventata virale la sua frase "Se sapete la canzone cantatela, se non la sapete, cantatela lo stesso".


Un prete semplice di quartiere, che ci ha vietato qualsiasi ringraziamento in denaro o in altra forma..."passeranno i bambini con il cestino, a loro piace e' un gioco, ma voi non mettete soldi...non ne avete"...ma tutti abbiamo trasgredito. Don Alfio ha omaggiato tutti i presenti con una piccola croce che ognuno a preso è immerso nell'acqua benedetta, e noi tutti lo abbiamo ringraziato con un semplice quadretto di ringraziamento, semplice, povero, come piace a lui, e subito appeso accanto all'altare. Ci ha benedetto, ha benedetto i caschi e dopo nei parcheggi ha benedetto le moto.


Ci siamo preparati alla partenza, ancora un piccolo tour, questa volta nella parte moderna della città e dirigerci nel ristorante per il pranzo. Qui, Old Class Motorcycles e Henna Centauri hanno ringraziato tutti i presenti con un ricordino di partecipazione e l'immagine sacra del santo.


Appuntamento al prossimo anno...a chi tocchera'?

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!