domenica 25 giugno 2017

2° MOTORADUNO BIKERS SABINI .......tra medioevo ed età contemporanea!!!!

2° MOTORADUNO BIKERS SABINI 
Scritto da Andrea Utzeri per Wolfland
Noi motociclisti siamo i moderni cavalieri, solo con qualche cavallo in più. La “bestia” ce l’abbiamo, l’armatura idem, i territori da invadere (seppur pacificamente, a suon di gas e curve) anche. Un file rouge tra medioevo ed
età contemporanea che domenica 18 giugno ci ha portato a visitare, grazie al 2° Motoraduno dei Bikers Sabini, il Castello di Montenero.


Una roccaforte abitata fino al 1982 e ancora oggi visitabile. Ma andiamo con ordine. Per raggiungere il raduno ci vediamo al centroeuclideallenove, dicitura diventata ormai più un motto che un appuntamento. Siamo in 14. Partenza poco più tardi con tante moto e un’auto, quella di Perugini il quale nel corso della giornata avrà un compito ingrato: salvaguardare l’integrità fisica del President Maximus, che piuttosto che saltare il raduno sarebbe venuto in moto a poche ore dall’intervento al tunnel carpale della mano sinistra.


Se così fosse stato, ci sarebbe apparso sul cruscotto il Dottor Costa: “Se devi andare in una grotta dove c' è un drago mostruoso non serve entrare armati fino ai denti. Entra nudo. Le armi più belle quelle che ti ha dato la divinità, le trovi dentro, nel profondo della tua anima”.


Dopo qualche involontaria deviazione (per andare in Corsica, Dolomiti, Elefantentreffen sappiamo le strade a memoria; a 10 km dalla nostra città facciamo un po’ più fatica) dalla Tiberina arriviamo alla Tenuta S. Antonio di Poggio Mirteto (RI). Iscrizioni, colazione e poi via per il giro turistico. La Sabina ci accoglie con le sue curve e con un caldo esagerato e una volta parcheggiata la moto saliamo al castello. Riposo, aperitivo e visita ci permettono di scattare foto e goderci la giornata. Finalmente, dopo qualche settimana, per me riuscire in moto con todos è un piacere unico! Dopo esserci acculturati e soprattutto aver abbondantemente rifornito i nostri corpi, si riparte ad andatura da codice verso la tenuta S. Antonio. Gran bel pranzo – semplice ma buono – e riffa finale. Per la prima volta non vinco nulla a una lotteria di un raduno…ma a rimediare ci pensa Sisio che mi consegna il suo premio, due biglietti per trattamento Spa. Grande onore e mega felicità di Giulia.
Quindi cosa volere di più? Amici, giro in moto e ragazza felice. Top (come direbbero a Roma Nord)! Daje (ora che mi sono trasferito a Roma Sudde)

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!