venerdì 23 giugno 2017

1° Motoraduno DELLE TORRI ....17 Giugno 2017 "I Lupi Sono tornati a Ululare"

Vallo della Lucania (SA) per il Primo Motoraduno del Mc I Cilentauri, quinta tappa del Campionato Italiano Mototurismo, terza tappa del Trofeo Turismo Sud e seconda tappa del TTR della Campania.
Vallo della Lucania è una ricca cittadina in provincia di Salerno, sede del Parco Nazionale del Cilento e ha una unga tradizione nel Mototurismo targato FMI. Per qualche anno il Mototurismo si era “ assopito “ ma grazie al duo Formisano-Lenza,



rispettivamente presidente e vice del Mc I Cilentauri i Lupi sono tornati ad ululare fra gli alti pini del Monte Gelbison. Vallo della Lucania è una città molto antica, da sempre grosso centro politico ed economico del Cilento, in epoca borbonica diede i natali a molti patrioti che chiedevano riforme.


Dal 1850 in poi divenne sede del Tribunale e del Vescovado, segno di un grande sviluppo economico e politico. L’Unità d’Italia portò nella zona grosse tensioni fra i residenti e il nuovo potere a trazione piemontese. Tensioni che sfociarono nel cosiddetto brigantaggio, ma che in realtà si trattava di patrioti che non accettavano l’invasione del Regno delle Due Sicilie.

Ne seguirono oltre 10 anni di guerra, dai quali la popolazione ne uscì prostrata e l’economia distrutta. Superata un ondata migratoria tremenda verso il nuovo dal 1870 in poi, il territorio riuscì a riprendersi e all’inizio del ‘900 divenne meta ambita per tante persone provenienti dal Napoletano e dal Vesuviano in particolare. Oggi è emozionante girare per le strade cittadine e vedere insegne pubblicitarie con nomi provenienti dagli antichi cortili di San Giuseppe Vesuviano. Purtroppo il sogno durò poco, il fascismo diede all’Italia Meridionale il colpo di grazia, dalla fine dell’ultima guerra mondiale l’emigrazione da questi territori è una emorragia continua.
Arrivo nella centralissima Piazza Vittorio Emanuele, dove è previsto il parco chiuso, giusto in tempo per alcuni scatti ai Mototuristi diretti al primo chek-point a Piano Vetrale, frazione di Orria, piccole comune sulle alture intorno a Vallo della Lucania. Circa 30 km in mezzo a lunghe distese di ulivi e vigneti a perdita d’occhio, intervallati da culture a cereali e boschi, ovunque le abitazioni dei piccoli proprietari terrieri che di giorno lavorano nelle aziende situate nella pianura costiera e la sera accudiscono i campi.
Questa frazione è speciale perché diede i natali al celebre pittore Paolo De Matteis ( 9 febbraio 1662 ) il quale si trasferì a Napoli per lavorare con maestri del calibro di Luca Giordano. Morì della città partenopea il 26 luglio 1728. I suoi concittadini per onorarne la memoria hanno dipinto decine di murales su tutte le pareti cittadine, anche i privati si sono prestati fornendo le pareti da affrescare. Ad accoglierci la Pro-Loco che ha organizzato il buffet composta da: antipasto, primo e secondo a base di caponata e pizza. Peccato che l’organizzazione non aveva previsto delle guide turistiche per spiegare, almeno i più importanti, murales cittadini. Nonostante oltre un centinaio di Motociclisti presenti, il buffet ha retto perfettamente, c’erano scorte per oltre una cinquantina di persone. Un piccolo gruppo è rimasto ad oziare nella piazza di Piano Vetrale dove una lieve brezza rendeva la permanenza piacevole. I volontari che avevano organizzato e gestito il buffet si sono seduti a tavola per festeggiare anche loro e, noi per non offendere, abbiamo ricominciato dall’antipasto per terminare con il dolce, il tutto innaffiato da buon vino locale.
Ci salutiamo con una bella foto di gruppo e la promessa di rivederci alla Festa Patronale. Ripartiamo per Vallo della Lucania dove ci aspetta un delizioso gelato sotto i portici della Piazza V. Emanuele e dove incontriamo uno dei discendenti dei Sangiuseppesi che emigrarono a Vallo a seguito della tremenda eruzione del Vesuvio del 1906 che fece un centinaio di vittime nell’Oratorio, in gran parte donne e bambini sorpresi dal crollo dell’edificio mentre pregavano, incitate dal parroco Don Peppino Ambrosio, sopravvissuto alla catastrofe. Si tratta di Danilo Boccia vulcanico Motociclista di Vallo venuto a salutarci.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta questo articolo!!!!